Archivi tag: Andrea Romizi

Io so io e voi non siete un… (anche Perugia ha il suo Marchese del Grillo)

Un’altra strenna natalizia spersa nel gran nebbione puzzolente di Dicembre e oggi ritrovata.
[Anche di questo parleremo nella prossima riunione dell’Osservatorio Venerdì 29 Gennaio, ore 21, a Colle Umberto.]

pacco_thumbnail2

Il Comune di Perugia ha autorizzato l’attività estrattiva di cui al Progetto definitivo 1° stralcio, finalizzato all’ampliamento della cava attiva in loc. Montepetroso, Colle Umberto.
1,5 milioni di m³ di calcare utile estraibile (decurtato di quanto già estratto dal 2013 al 2015 nelle more del lungo iter procedurale).
Durata dell’attività di escavazione e ricomposizione ambientale: 10 anni (salvo proroga).
Numero previsto di transiti di automezzi (andata + ritorno): 76 giornalieri.
La strada utilizzata sarà la strada vicinale Colle del Cardinale, poi le s.p. 171 e 170 fino a Mantignana.

Continua la lettura di Io so io e voi non siete un… (anche Perugia ha il suo Marchese del Grillo)

Presidente Marini, permette due parole?

Nella Conferenza di 2 giorni fa sulla gestione dei rifiuti, Lei ha auspicato il superamento delle discariche anche in Umbria, dando un po’ di numeri… (“Attualmente siamo circa al 50%, ma anche attraverso questa delibera contiamo di abbattere la quantità al 25% dei rifiuti prodotti”.).

Certo, la proposta di ridurli a combustibile da bruciare (qui o fuori regione, poco cambia) non comporta meno rischi per la salute umana e l’ambiente, e nemmeno è un’alternativa vera, visto che inceneritori e discariche vanno a braccetto…

Ma la nostra preoccupazione oggi è quella di capire se davvero alla discarica di Borgogiglione siamo arrivati all’emergenza ambientale (vedi la notizia riportata dal Messaggero Umbria di oggi), come si è prodotta e dove cercare eventuali responsabilità.

Come mai tutti gli amministratori regionali e locali sapevano tutto già da oltre un mese mentre i cittadini (e gli utenti che pagano le salatissime bollette TARI) sono stati tenuti all’oscuro? Come si uscirà da quest’emergenza?

Osservatorio Borgogiglione

Discariche e “disagio ambientale”: si vuole sviare l’attenzione dalla mala-gestione dei rifiuti

L’Osservatorio Borgogiglione critica la proposta dell’Amministrazione comunale di Perugia sull’indennità di disagio ambientale, che arriva nel bel mezzo della tempesta giudiziaria su GESENU S.p.A., e chiede una discussione pubblica sulla gestione dei rifiuti e le tariffe.

Si parla con leggerezza del “disagio ambientale” sopportato dai cittadini residenti vicino alle discariche e agli impianti di trattamento, e si propone di utilizzare i fondi regionali per riduzioni tariffarie alle famiglie individuate, quasi a “compensazione” del danno: in realtà una proposta che cerca di coprire ancora la mala-gestione del servizio integrato dei rifiuti, in parte ereditata dal passato ed oggi finalmente sotto inchiesta.

L’Osservatorio aspetta da tempo risposte serie dagli amministratori e un’inversione di rotta. Continua la lettura di Discariche e “disagio ambientale”: si vuole sviare l’attenzione dalla mala-gestione dei rifiuti

Rifiuti, si va verso il caos. Per colpa di chi?

Come riporta il Messaggero-Umbria di sabato scorso, i sindaci dell’ATI2 si sarebbero accorti finalmente di stare pericolosamente sull’orlo del baratro e, visto che i conferimenti dei rifiuti alla discarica di Borgogiglione sono ormai a rischio caos, hanno chiesto a mamma Regione di tirare fuori dal cilindro il classico coniglio.
Da 2 mesi la Direzione Distrettuale Antimafia ha messo GESENU S.p.A. e società collegate con relativi impianti sotto stretta sorveglianza, indagando su presunti illeciti ambientali e truffe nella gestione dei rifiuti. Le notizie che filtrano non sono affatto rassicuranti ma la politica è tutta presa dalle nuove possibili alchimie societarie. Continua la lettura di Rifiuti, si va verso il caos. Per colpa di chi?

GESENU & rifiuti: cosa loro?

Rifiuti, discariche e corruzione. Il caso dell’Umbria

[dal numero de l’altrapagina di Novembre 2015]

Lunedì 12 ottobre, 50 uomini del nucleo investigativo del Corpo Forestale dello Stato hanno fatto irruzione nella sede della GESENU a Ponte Rio di Perugia, in quella della TSA di Magione e nelle discariche di Pietramelina e di Borgogiglione oltre che in due laboratori di analisi e in un’azienda di Assisi che si occupa del trattamento di rifiuti.
Le perquisizioni, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia, erano state disposte dalla Procura di Perugia che ha ipotizzato il reato di smaltimento e traffico illecito di rifiuti.
Per alcuni dei 16 indagati sussisterebbe anche l’ipotesi di associazione a delinquere.
Nei giorni scorsi abbiamo incontrato Lucio Pala, presidente dell’Osservatorio Borgogiglione, Roberto Pellegrino, biologo ambientalista referente di Rifiuti Zero e Carlo Romagnoli, medico dell’ ISDE, l’Associazione Internazionale dei medici per l’ambiente.
Abbiamo chiesto loro di fare il punto sulla gestione dei rifiuti in Umbria.
Continua la lettura di GESENU & rifiuti: cosa loro?