Archivi tag: Sergio Batino

Giornale dell’Umbria, “Rifiuti, si indaga sul compost.”

2015101702080000800
Giornale dell’Umbria, 17/10/2015, Rifiuti, si indaga sul compost. L’osservatorio Borgogiglione: “Chi doveva controllare non lo ha fatto”.

Cambiare strada per consegnare alle generazioni future un territorio più pulito e sano

Senza entrare nel merito delle indagini della magistratura, l’Osservatorio Borgogiglione non può che ribadire le critiche sulle responsabilità politiche nella gestione dei rifiuti a Perugia e in Umbria e rappresentare le preoccupazioni dei cittadini, non solo i residenti vicino alle discariche.

L’Osservatorio si è sempre sforzato di riflettere innanzitutto sulla condizione nella quale è ridotta la Natura i cui equilibri risultano gravemente alterati e le cui risorse fondamentali – aria, acqua, terra – vengono costantemente avvelenate a causa delle attività umane. E allo stesso tempo di diffondere la consapevolezza che per i vari centri di potere, finanziario, economico o politico, tutto questo non è necessariamente un male. Continua la lettura di Cambiare strada per consegnare alle generazioni future un territorio più pulito e sano

Corriere dell’Umbria, “Rifiuti, ecco le colpe degli enti”

2015101602189002015
Intervista di Anna Lia Sabelli Fioretti al Presidente dell’Osservatorio Borgogiglione, a seguito delle indagini della Direzione Distrettuale Antimafia su GESENU S.p.A. e TSA S.p.A. per traffico illecito di rifiuti e inquinamento ambientale.

Corriere dell’Umbria, 16/10/2015, Rifiuti, ecco le colpe degli enti.

Impianto da 33.000 tonnellate di rifiuti sul Trasimeno? Fermiamolo! Avviamo una discussione regionale sul ciclo dei rifiuti!

A Castiglione del Lago, presso Lacaioli, è in progetto la realizzazione di un grande “centro di compostaggio” da 33.000 tonnellate l’anno a 500 metri dal Lago Trasimeno.
L’autorizzazione ambientale (AIA) verrà rilasciata Martedì 6 Ottobre.
Il progetto prevede l’ampliamento di un impianto esistente della Trasimeno s.r.l. che produce fertilizzanti e che in futuro dovrebbe anche trattare i rifiuti organici dei comuni serviti dalla TSA S.p.A. (i comuni del Trasimeno più Corciano) e produrre “compost di qualità”.

Attualmente tutti i rifiuti organici dell’ATI2 vengono portati a Pietramelina. Per l’inefficienza dell’impianto almeno il 60% dei materiali in ingresso sono scartati e smaltiti nella discarica di Borgogiglione.
In questa situazione, la proposta di trattare i rifiuti organici localmente piuttosto che in grandi (ed inefficienti) impianti d’ambito è buona e prospetta un miglioramento in termini di efficienza e di costi (economici ed ambientali).

È in quest’ottica che Regione, ATI2, TSA S.p.A. e comuni da essa serviti (in prima fila quello di Castiglione del Lago) si sono entusiasticamente affrettati a sostenere il progetto di Lacaioli, senza peraltro coinvolgere minimamente la cittadinanza? Continua la lettura di Impianto da 33.000 tonnellate di rifiuti sul Trasimeno? Fermiamolo! Avviamo una discussione regionale sul ciclo dei rifiuti!