Trasimeno Vogue, 18/10/2015

Al cittadin non far sapere… La dieta dei rifiuti alla Magione

Venerdì 18 marzo presso il Castello dei Cavalieri di Malta a Magione Conferenza finale del Progetto Life EMaRES con illustrazione di attività e risultati nella gestione dei rifiuti.

L’evento, promosso da TSA, GESENU, Comune di Magione, Dip. Ingegneria-Università di Perugia e Regione Umbria, si tiene in una location ricca di storia: Machiavelli racconta un’altra dieta (come si chiamavano allora le “riunioni al vertice”), quando nel 1502 la Magione ospitò la Congiura contro Cesare Borgia, il famoso duca Valentino, figlio del papa Alessandro VI. Quella truce vicenda, ci dice la Storia, si concluse tragicamente per quasi tutti i congiurati.

18/03/2016, Magione, Conferenza finale progetto Life Emares

Si presenteranno alcune pratiche locali innovative (in attesa di vedere pubblicati anche consuntivo analitico e concreti vantaggi per i cittadini e l’ambiente: il progetto prevedeva un finanziamento complessivo di un milione 352mila € con contributo UE di circa 657mila €). Un gran lavorìo per rifare la faccia ai nostri Comuni, vista l’attuale immagine desolante dell’UMBRIA VERDE in tema di rifiuti: traguardi e programmi procrastinati di anno in anno, pratiche di prevenzione e riduzione sempre sbandierate e sempre da concretizzare, silenzio imbarazzato sulle percentuali di rifiuti faticosamente differenziati dai cittadini e finiti di nuovo in discarica, con conseguenti altissime bollette TARI.
Che diranno i Sindaci di Corciano e Magione, che menano gran vanto delle deliberate Strategie Rifiuti Zero ma che tuttora condividono più o meno gli stessi ritardi degli altri?

I nostri Sindaci sono in grado di portare al Convegno, per esempio, le cifre sui rifiuti raccolti nelle prime due settimane di marzo, in totale e come Raccolta Differenziata, gli effettivi conferimenti in discarica da un lato, e dall’altro i materiali avviati a recupero/riciclo (in conto vendita)?

Si parlerà anche della partecipazione dei cittadini-utenti allo sviluppo del Progetto e più in generaledella necessaria condivisione con gli utenti del servizio… Bene! La presenza critica dell’Osservatorio Borgogiglione, però, non è sembrata ben accetta in questa Conferenza: invitati solo come muti ascoltatori… Mentre lasciano agli stessi vertici dell’azienda gestore di presentare Il Modello TSA – una raccolta di qualità per realizzare il massimo recupero. Una sfida all’intelligenza dei cittadini!

Quest’auto-promozione giunge però davvero intempestiva: sono tuttora in corso le indagini della magistratura perugina per verificare ipotesi di truffa, smaltimento di percolato non corretto e traffici illeciti di rifiuti. Le ispezioni del Corpo Forestale dello Stato a Pietramelina rappresentano più d’una perplessità su quantitativi di rifiuti compostati, ammendante prodotto e scarti, e sulle ricadute negative anche nella gestione de lla discarica di Borgogiglione.

Su Borgogiglione basterebbe leggere il parere autorevole di ARPA Umbria, che nel dicembre
scorso segnalava molteplici criticità nella gestione “bioreattore” (per il trattamento e smaltimento della frazione organica umida dei rifiuti) e induceva la Regione a non rinnovare l’autorizzazione per questa modalità di discarica, salvo poi una proroga temporanea, fino al 31 maggio prossimo, per evitare una vera e propria emergenza rifiuti in tutti i 24 Comuni ATI2.
Curioso che nemmeno l’Arpa figuri tra gli invitati alla Conferenza.

Dopo la Dieta e il pranzo, come da tradizione, dalle 15 alle 17 porte aperte alla cittadinanza.

Osservatorio Borgogiglione

[Per scaricare tutto il documento e per maggiori informazioni]

Un pensiero su “Al cittadin non far sapere… La dieta dei rifiuti alla Magione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *