La Regione Umbria vuole incrementare la raccolta differenziata… Fa sul serio?

La Giunta Regionale ha finalmente approvato “Misure per accelerare l’incremento della raccolta differenziata”: una prima risposta alle richieste di cambio di passo avanzate da tempo da quest’Osservatorio insieme a tanti comitati e associazioni che si battono per una gestione virtuosa del ciclo dei rifiuti anche in Umbria.

Il limite della Delibera sta nella mancanza di finanziamenti adeguati a sostenere i Comuni più in difficoltà (o più pigri). Non basta infatti fare la voce grossa, in questi casi…

Già l’Adeguamento del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti, un anno fa, ammetteva che “Gli obiettivi [di Raccolta Differenziata] posti dal vigente Piano Regionale non sono stati ancora raggiunti nonostante il differimento delle tempistiche per il loro conseguimento sancito dalla L.R. 4 aprile 2014 n.5; si ricorda come con tale legge siano state differite rispettivamente al 2014 e 2015 le tempistiche per il raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata del 50% e del 65% già fissate dalla L.R. 11/2009 al 2010 e al 2012”.

Ora i vertici regionali scaricano le responsabilità sugli amministratori dei Comuni; ma l’impegno della Regione quale sarà? Restiamo in attesa di un seguito, che dovrebbe arrivare a giorni.

In caso contrario, potremmo pensare che si tratti solo di un’ulteriore dilazione dei termini, dal 2015 al 2016, di quel famoso 65% di RD richiesto dalla legge!

A noi i giochini non ci appassionano più, e nemmeno le statistiche vuote: se non si implementano gli impianti di recupero e riciclo, se poi gran parte dei rifiuti finisce comunque in discarica o agli inceneritori, come convincere i cittadini che la raccolta differenziata serve davvero?
Bene fa la giunta regionale a promuovere la tariffazione puntuale e la quantificazione dei rifiuti effettivamente conferiti dagli utenti (paga meno chi meno rifiuta!).
Su questi buoni propositi noi con i cittadini vigileremo…

Osservatorio Borgogiglione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.