GRAZIE!

A tutti i cittadini e le associazioni che hanno sottoscritto l’Appello per la tutela dell’Area Nord di Perugia, dal Tezio al Trasimeno.

Abbiamo raccolto 700 firme in appena 2 settimane!

La Conferenza di servizi indetta dal Comune di Perugia per l’approvazione del Piano di ampliamento della cava di Monte Petroso si è conclusa oggi senza una decisione risolutiva: in mancanza di un parere favorevole degli Enti preposti alla tutela ambientale il Comune passa gli atti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, perché sia Roma a sciogliere i nodi.

La decisione, pur lasciandoci perplessi visto che si tratta di un Procedimento avviato nel lontano 2006, può rappresentare comunque un primo ripensamento delle politiche di lunga data di sottomissione e devastazione di questo territorio, tra i più suggestivi dell’Umbria. Non dimentichiamo che proprio venerdì scorso si è festeggiata anche a Perugia la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Sempre di più sono i cittadini consapevoli che un sano sviluppo di Perugia e dell’Umbria richiede investimenti di qualità e iniziative che non entrino in conflitto con le risorse ambientali e culturali di cui questo territorio storicamente dispone e che per questa prospettiva si battono dentro e fuori le istituzioni. Finalmente anche questa Amministrazione Comunale si è messa in posizione di ascolto. Ma non dobbiamo abbassare la guardia!

In quest’occasione è giusto ricordare l’impegno generoso di Claudia GORNATI, la presidente di Italia Nostra sez. di Perugia che ci ha appena lasciati ma che sicuramente continua a seguirci e sostenerci col suo spirito.

Legambiente Umbria
Associazione Culturale Monti del Tezio
Osservatorio BorgoGiglione

Documenti collegati

Osservatorio Borgo Giglione, 22/05/2015, Ambiente, paesaggio e beni culturali sono priorità in Umbria? Appello per l’area nord di Perugia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.