Toxic Europe


“Toxic Europe” è il vincitore del “Best International Organised Crime Report Award 2011” (BIOCR) ed era uno dei quattro progetti di documentario selezionati e co-prodotti da FLARE network, Associazione Ilaria Alpi e Novaya Gazeta per il concorso “BIOCR”. E’ inoltre stato co-prodotto dal quotidiano online dailyblog.it (oggi Abruzzonews.it) e dall’Associazione di Giornalismo Investigativo (AGI).

‘Toxic Europe’ e’ un documentario di inchiesta che mira ad indagare le quantità, i meccanismi e i flussi del traffico di rifiuti tossici all’interno dell’Europa. Un business che in Italia, da oltre 20 anni, è uno dei principali affari della criminalità organizzata italiana e che ora, seguendo la stessa prassi dell’economia globalizzata, si estende sempre di più nel resto dell’Unione Europea.
La nostra ipotesi d’inchiesta è che la ricerca di nuovi clienti, di nuove arterie di trasporto e nuovi siti di smaltimento abusivo, unita alle crescenti difficoltà che la Mafia ha trovato nel trafficare rifiuti verso i paesi in via di sviluppo, ha fatto si che l’Europa sia diventata un tavolo da ping-pong per rifiuti tossici che si muovono senza controllo all’interno del territorio europeo.

Le riprese, il montaggio e la colonnna sonora sono a cura di Gianmarco Giometti.

La parte investigativa del documentario e’ stata portata avanti con la collaborazione di Leonida Reitano, Presidente AGI.

I TRE AUTORI: Cecilia Anesi, laureata in giornalismo alla City University di Londra, e Giulio Rubino, specializzato in giornalismo all’Università La Sapienza, fanno parte del team di produzione www.wasteemergency.com, una piattaforma web che ospita i progetti di documentario “The Regime of Emergency”e “La Selva di Chiaiano -- il parco delle sorprese” e news reporting e inchiesta scritte sull’emergenza rifiuti in Campania. Scrivono entrambi per varie pubblicazioni italiane ed inglesi. Delphine Reuter fa reportage sull’ambiente e su affari europei a Bruxelles. Si è laureata all’istituto IHECS di Bruxelles e ha studiato giornalismo investigativo alla Columbia University di New York.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *