Comune di Magione: nel 2013 oltre 1.100.000 € dalla discarica di Borgo Giglione

Nella seduta del 17 Ottobre 2013 il Consiglio Comunale di Magione ha approvato il Bilancio di Previsione 2013.
Tra le delibere collegate c’è l’atto di indirizzo per l’utilizzo delle somme percepite dal Comune di Magione a titolo di indennità di disagio ambientale per la discarica di Borgo Giglione. [Il testo integrale della delibera è riportato alla fine della pagina]

Sulla base di una stima di GEST (l’azienda che ha in appalto la gestione della discarica di Borgo Giglione) del 15/02/2013 che prevedeva un conferimento in discarica di 153.000 t di rifiuti per tutto il 2013, vengono messe a bilancio entrate per un totale di 1.139.928,49 € così ripartite:

  • 325.968,49 € – canone per l’esercizio del diritto di superificie sui terreni dov’è situata la discarica di Borgo Giglione;
  • 240.210,00 € – canone aggiuntivo per la gestione della discarica (1,53 €/t);
  • 573.750,00 €indennità di disagio ambientale (3,75 €/t)

Secondo l’articolo 41 comma 3 della Legge Regionale n. 11/2009 “L’indennità di disagio ambientale è utilizzata dai comuni per agevolazioni tariffarie a favore degli utenti interessati dalla presenza degli impianti e per finalità inerenti il miglioramento ambientale e la dotazione di servizi nelle stesse aree.”

Il Comune di Magione ha interpretato tale norma specificando che “in merito alla puntuale destinazione dei proventi dell’indennità di disagio ambientale, va precisato che essi vengono utilizzati con riferimento all’intero territorio comunale, in quanto viene ad essere interessato nel suo complesso dal disagio ambientale conseguente e connesso alla presenza della discarica di Borgogiglione nonché nei confronti di tutti gli utenti del Comune di Magione”. Ed ha previsto le seguenti voci di spesa:

  • 40.000 € – “agevolazioni tariffarie” (spesa corrente):
    • 25.000 € in incentivi a coloro che portano rifiuti in ricicleria;
    • 15.000 € per esenzioni TARES;
  • 345.500 € – “miglioramento ambientale” (spesa corrente):
    • 30.000 € per “manutenzione ordinaria di strade e piazze”;
    • 315.500 € in interventi di manutenzione su “verde pubblico e decoro urbano” e per “smaltimento dell’eternit e dei rifiuti pericolosi”;
  • 188.250 € – “dotazione di servizi” (spesa in conto capitale): destinati interamente a lavori di “adeguamento aree verdi e spazi pubblici” nel capoluogo e nelle frazioni del Comune di Magione.

Viene da chiedersi se l’interpretazione della norma non sia stata troppo elastica e, soprattutto, se non si siano sottovalutati l’entità dei disagi prodotti dalla discarica e la necessità di interventi per limitarli…

Già sappiamo che quest’anno i rifiuti conferiti in discarica supereranno le 200.000 t: affrontare con decisione il problema è una necessità che non si può rimandare a lungo.

Michele Panico

Comune di Magione – Delibera disagio ambientale 17/10/2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.