Pubblicata la relazione sulla gestione dei rifiuti 2013 dell’ATI2

L’ATI2 ha pubblicato il rapporto sulla gestione dei rifiuti per il 2013, molto articolato e ricco di cifre interessanti sulla produzione, la raccolta differenziata ed i proventi della vendita dei materiali, il sistema impiantistico ed i costi del servizio.

Sintetizziamo i risultati, luci e ombre, che mettono in evidenza l’insufficiente ed incerta politica regionale dei rifiuti, aldilà delle tante chiacchiere di questi tempi.
INVITIAMO A LEGGERE IL DOCUMENTO INTEGRALE.

Produzione di rifiuti pro-capite annua nei Comuni dell’ATI n.2 registrata nel 2013
Produzione di rifiuti pro-capite annua nei Comuni dell’ATI n.2 registrata nel 2013

Nel 2013 quasi tutti i Comuni dell’Ambito territoriale hanno adottato il servizio di raccolta domiciliare per l’intera popolazione residente: ciò significa che oramai possiamo raggiungere anche il massimo dei risultati nella raccolta differenziata e nell’efficienza del servizio. C’è ancora molto da fare su qualità ed efficacia gestionale per arrivare anche a più accettabili livelli di costo.

“In relazione ai risultati di raccolta differenziata registrata nel 2012, non essendo stato raggiunto complessivamente il 65% previsto da progetto, è stata applicata al Gestore una penale di 65.800 €, in base a quanto previsto dall’art. 24 del Contratto di Servizio.”

È la prima volta, dopo ripetute insistenze delle associazioni consumatori, che si dà notizia di una tale penalizzazione. Ma chi pagherà davvero la multa? Non è che tutto si scaricherà sulle tasche dei cittadini in qualche modo, visto che il Comune di Perugia e gli altri Comuni hanno quote rilevanti nell’azienda pubblico-privata?
Perché gli amministratori non attuano il contratto anche a proposito di partecipazione civica e trasparenza?

La produzione totale di rifiuti nei 24 Comuni è scesa nel 2013 a 208.962 tonnellate, 4% in meno rispetto al 2012, ma contemporaneamente si è registrato anche un forte calo della popolazione:

  • le politiche regionali e locali per la prevenzione e la riduzione evidentemente non si concretizzano ancora;
  • la produzione pro-capite media nell’ATI 2 nel 2013 è risultata pari a 513 kg/ab, valore di poco inferiore a quello registrato nel 2012 (522 kg/ab);
  • il solo Comune di Perugia concorre per circa la metà alla produzione di rifiuti totale dell’ATI.

Abbiamo un altro interrogativo da porre ai nostri amministratori: se la Produzione Totale di rifiuti nell’ATI2 ammonta a 208.962 t. e la Raccolta Differenziata è arrivata a 118.863 t, il residuo da portare in discarica dovrebbe essere di circa 90 mila tonnellate.
Come mai sono finiti nella discarica di Borgogiglione addirittura 198mila tonn. di rifiuti? È tutta colpa dei camion carichi di rifiuti provenienti dai Comuni extra Ambito?

Ufficialmente la percentuale di raccolta differenziata a livello di ATI si attesta al 56,88% come media annuale. È importante sottolineare l’incremento rispetto al 2012, pari al 6%, ma i cittadini pagano tariffe salate anche per avere uno standard di Raccolta Differenziata ben più alto!
E finalmente si fa chiarezza anche su tante dichiarazioni autocelebrative!

I proventi della vendita dei materiali da Raccolta Differenziata ci offrono un ultimo dato critico: il Comune di Perugia nel 2013 ha ricavato 1.042.918€: poco! il comune di Trento (solo 115mila abitanti) ne ha ricavato un po’ meno in appena 6 mesi! Converrà rivedere le politiche gestionali della GEST…
Il totale dei proventi di tutti i 9 Comuni serviti da TSA è un altrettanto misero 648.915€.

Con tutto ciò, infine, il costo medio pro-capite del servizio nell’ATI passa da 156 €/ab a 160 €/ab, con un incremento del 2,8% rispetto al 2012. Non è poco, ma a Perugia si arriva a 176 €/ab, rispetto ai 171 € dell’anno scorso.
[Va evidenziato che ci si riferisce ai costi totali, che comprendono anche i servizi svolti presso le utenze non domestiche (raccolta, trasporto, recupero e smaltimento); pertanto il costo pro-capite è influenzato dalla presenza utenze non domestiche, che in alcune realtà sono significativamente numerose.]

Per leggere la relazione completa:
ATI2, Attività di controllo sui servizi di gestione dei rifiuti – ANNO 2013

Un pensiero su “Pubblicata la relazione sulla gestione dei rifiuti 2013 dell’ATI2”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *