“SPAZZATURA D’ORO”: CONCLUSA L’INCHIESTA DI PERUGIA SUI RIFIUTI.

Dopo lunghi mesi caratterizzati da veti, fumisterie e lavamani dei nostri amministratori, arriva finalmente a conclusione l’inchiesta della Procura di Perugia , che ipotizza vari gravi reati sulla gestione dei rifiuti e degli impianti di Borgogiglione, Pietramelina e Ponte Rio.

Non possiamo che esprimere soddisfazione per questo primo “punto fermo” delle indagini, anche se ovviamente aspettiamo di leggere gli atti per capire meglio la portata e l’articolazione di eventuali illeciti. Tra i membri dell’Osservatorio circola anche molta preoccupazione per le notizie relative ai rischi ambientali e sanitari, in ultimo l’instabilità geologica e il pericolo frana incombente sia su Pietramelina che su Borgogiglione, specie nell’eventualità di forti scosse simiche. Possibile che i nostri amministratori comunali e regionali non sapessero? Eppure tutti i documenti giacevano da tempo nei cassetti.

È un fatto che molte contestazioni su questi stessi problemi le avevamo avanzate pubblicamente già in tempi non sospetti, passando ogni volta per “criticoni” per partito preso… Ma ai vertici non si aspettava altro che ricucire in qualche modo le toppe e far ripartire gli impianti, come il famigerato “bioreattore” per i rifiuti organici–umidi a Borgogiglione, senza alcun ripensamento.201707070209150101820170707020918010212017070702203401113201707070220350111420170707020916010232017070701997203183

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.