Cava di Monte Petroso: il Comune di Perugia avvia percorso di trasparenza e partecipazione

Dopo ampia discussione, si è conclusa con un rinvio la Conferenza di servizi per l’approvazione del Progetto definitivo della cava di Monte Petroso, convocata per oggi dal Comune di Perugia.

La sospensione temporanea è stata decisa opportunamente, visto che non ci sono tutti i pareri dei soggetti istituzionali considerati necessari e che si devono valutare e approfondire alcuni aspetti normativi e procedurali sia rispetto al Protocollo di monitoraggio ambientale che alla viabilità utilizzata dagli automezzi e ai vincoli sull’area e sulla strada adiacente la Villa del Colle del Cardinale.

Si è aperto oggi un confronto trasparente e partecipato, che vuole dare un segnale di radicale cambiamento nel modo di prendere le decisioni da parte dell’Amministrazione comunale di Perugia.

Le associazioni ambientaliste e civiche attive nel territorio hanno potuto presentare le loro osservazioni sul progetto in discussione (leggi il documento, redatto da Osservatorio Borgogiglione, Italia Nostra – sezione di Perugia, Legambiente e WWF, e sottoscritto anche dai residenti presenti alla Conferenza e dall’Associazione Monti del Tezio). Si vedrà poi entrando nel merito delle questioni, quale peso avranno queste riflessioni e il contributo di esperienza concreta dei cittadini più direttamente coinvolti.

Lucio Pala

Documenti collegati

Osservatorio BorgoGiglione, Italia Nostra, Legambiente, WWF, Marzo 2015, Progetto di completamento della cava attiva in loc. Monte Petroso (parere per la Conferenza di servizi allargata, convocata per il 9/03/2015 dal Comune di Perugia).
Osservatorio Borgogiglione, 26/01/2015, Tra cave e discarica: l’area nord di Perugia è un territorio da sacrificare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.