Richiesta di chiarimenti sulla diffida della Provincia di Perugia a TSA per irregolarità nella gestione della discarica di Borgogiglione

[Documento in formato PDF]

Al Sindaco di Perugia e Presidente dell’ATI2 Umbria Andrea Romizi
Al Sindaco di Magione Giacomo Chiodini
Al Sindaco di Corciano Cristian Betti
Al Presidente della Provincia di Perugia Nando Mismetti
Al Direttore di ATI2 Umbria Angela Maria Moriconi
Al Direttore di AUSL 1 Umbria Giuseppe Legato

e p.c.
Al Direttore Generale di Arpa Umbria Walter Ganapini
Al Presidente di TSA spa Roberto Lombrici
All’Amministratore Unico di Gest srl Silvio Gentile
All’Assessore della Regione Umbria Silvano Rometti

Oggetto: richiesta chiarimenti in relazione alla Determinazione della Provincia di Perugia, Area Ambiente e Territorio – Servizio Gestione e Controllo Ambientale n. 1127 del 27/03/2015: Diffida della società Trasimeno Servizi Ambientali TSA s.p.a. – Discarica per rifiuti non pericolosi di Borgogiglione, Comune di Magione.

Premesso che:

  • con D.D. n. 83 del 13/01/2012 la Provincia di Perugia ha rilasciato l’Autorizzazione Integrata Ambientale alla società GEST S.r.l. per il progetto di ampliamento della discarica per rifiuti non pericolosi sita in Loc. Borgogiglione nel Comune di Magione; nel Rapporto istruttorio allegato all’autorizzazione sono specificate le prescrizioni per la corretta gestione dell’impianto e il Piano di Monitoraggio e controllo;
  • in data 23/05/2014 è stato sottoscritto da Arpa Umbria, Azienda USL1 Umbria, ATI2, Trasimeno Sistema Ambiente spa, gestore della discarica di Borgogiglione, nonché dai Comuni di Magione, Corciano e Perugia, un Protocollo per il monitoraggio d’area nella zona oggetto della discarica di Borgogiglione.
    Il Protocollo prevede tra l’altro l’intensificazione del Piano di comunicazione con la messa a disposizione delle informazioni disponibili a cadenza trimestrale e/o semestrale; in particolare, al punto 7) si concorda sui seguenti punti da rendere disponibili:

    1. i dati sui quantitativi gestiti di rifiuti e caricati del sistema informativo ORSO con frequenza trimestrale,
    2. eventuali superamenti dei limiti di emissione e quelli degli inquinanti rilevati nelle acque sotterranee con valori superiori alle CSC previsti con l’AIA con frequenza semestrale,
    3. dati sulla gestione della discarica con particolare riferimento al personale impiegato nella conduzione della discarica con frequenza trimestrale,
    4. eventuali provvedimenti che si sono resi necessari delle attività gestionali del trimestre;
    5. eventuali provvedimenti emessi a carico del gestore nel trimestre.

  • In data 4 luglio 2014 i firmatari hanno comunicato l’avvio delle attività previste dallo stesso Protocollo.
  • Il 27 marzo scorso a Capocavallo, presso l’Hotel Ristorante Faina, la società TSA ha organizzato un Incontro pubblico insieme con i Comuni di Magione e Corciano, per fornire informazioni sulla discarica di Borgogiglione e presumibilmente per corrispondere in qualche modo all’impegno di informazione assunto con la firma del Protocollo sopra citato. Il direttore della TSA ing. Sisani ha svolto una lunga relazione, con tanto di “slides” esplicative, su come viene attualmente gestita la discarica, gli ammodernamenti fatti, il nuovo impianto a bio-reattore dove viene trattata la parte umida dei rifiuti, l’impegno nel monitoraggio. L’ing. Sisani ha voluto rassicurare i cittadini e fugare ogni preoccupazione, sottolineando più volte il corretto comportamento dell’azienda ed anzi ribaltando sui cittadini poco virtuosi la responsabilità di un eccesso di rifiuti mal differenziati che di fatto finiscono in discarica.
  • Nell’occasione non era stata data spiegazione dell’assenza dei responsabili dell’ARPA, così che in molti avevano lamentato la mancanza di informazione sui risultati degli approfondimenti conoscitivi sulle matrici ambientali, pure previsti dal Protocollo per il monitoraggio.

Ora si viene a sapere che in concomitanza con quell’assemblea la Provincia di Perugia, Area Ambiente e Territorio – Servizio Gestione e Controllo Ambientale, con Determinazione n. 1127 del 27/03/2015 HA DIFFIDATO formalmente la società Trasimeno Servizi Ambientali al rispetto delle prescrizioni impartite con l’AIA.
In seguito ad approfondita visita ispettiva dell’ARPA, effettuata nei mesi precedenti, infatti, a Borgogiglione sono state riscontrate una serie di irregolarità. Ritorna tra l’altro la non adeguata ricopertura giornaliera dei rifiuti, già denunciata un anno fa, e addirittura si contesta la mancata comunicazione nei tempi e modi previsti di un episodio pregresso di superamento del livello di guardia per il parametro Cloruri nelle acque sotterranee. Anche il rilevamento della presenza di Cromo e Nichel allo scarico al di sopra della soglia di rilevabilità avrebbe dovuto indurre il Gestore a chiedere un aggiornamento dell’Autorizzazione ambientale.
Per le violazioni penali l’ARPA ha effettuato comunicazione alla Procura di Perugia.

Per completezza d’informazione, la Provincia di Perugia nei mesi scorsi aveva deliberato analoghe diffide alla società GESENU spa, una per irregolarità nello scarico e trattamento del percolato nella discarica di Pietramelina e la seconda in seguito a visita ispettiva ARPA nel complesso impiantistico di Ponte Rio di Perugia. Almeno l’ARPA c’è!

Alla luce di quanto sopra, L’OSSERVATORIO BORGOGIGLIONE CHIEDE:

  1. una dettagliata e pubblica informazione su quanto avvenuto e sulle eventuali ricadute ambientali e una valutazione dei comportamenti del Gestore della discarica, nonché quali iniziative siano state intraprese per dare seguito alla Determinazione della Provincia di Perugia in oggetto e per vigilare efficacemente sul pieno rispetto delle prescrizioni impartite con l’Autorizzazione Integrata Ambientale;
  2. quali azioni sono state intraprese finora per ottemperare a quanto previsto dal Protocollo per il monitoraggio d’area e quali risultati sono emersi;
  3. come si pensa di recuperare il rapporto di fiducia tra istituzioni e cittadinanza, fortemente incrinato dalle notizie sopra citate, ed avviare un piano di comunicazione più efficace, trasparente e tempestivo sulla gestione della discarica.

Perugia, 13 Aprile 2015

Il Presidente dell’Osservatorio Borgogiglione
Lucio Pala

[Documento in formato PDF]

Documenti collegati

Provincia di Perugia, Area Ambiente e Territorio – Servizio Gestione e Controllo Ambientale, 27/03/2015, Determinazione n. 1127: Società Trasimeno Servizi Ambientali T.S.A. S.p.A. – Discarica per rifiuti non pericolosi di Borgogiglione, Comune di Magione. Autorizzazione Integrata Ambientale D.D. provinciale n. 83/2012 e s.m.i. – Diffida visita ispettiva ARPA.
Provincia di Perugia, Area Ambiente e Territorio – Servizio Gestione e Controllo Ambientale, 28/11/2014, Determinazione n. 9215: Società GESENU S.p.A. – Complesso Impiantistico di Ponte Rio, Comune di Perugia. AIA D.D. regionale n. 2071/2009. Diffida visita ispettiva ARPA.
Provincia di Perugia, Area Ambiente e Territorio – Servizio Gestione e Controllo Ambientale, 07/07/2014, Determinazione n. 5176: Società GESENU S.p.A. – Discarica per rifiuti non pericolosi di Pietramelina, Comune di Perugia. AIA D.D. regionale n. 5551/2008. Diffida irregolarità scarico trattamento percolato.
ARPA Umbria, 23/05/2014, Discarica di Borgogiglione. Protocollo per il monitoraggio d’area.