Discarica di Borgogiglione: per un protocollo di monitoraggio condiviso

COMUNICATO STAMPA

A Perugia c’è stato stamane un vivace presidio, una trentina di persone, davanti alla sede dell’ARPA, promosso dall’Osservatorio Borgogiglione in concomitanza con la riunione dei rappresentanti delle istituzioni interessate al “protocollo di monitoraggio d’area della discarica”.

I manifestanti hanno voluto così sottolineare il loro diverso punto di vista su Borgogiglione e la complessa questione dei rifiuti in discarica, quello dei cittadini esposti in prima persona al rischio ambientale e sanitario e ormai stanchi di sopportare da anni le negligenze di molti amministratori locali e regionali.

In particolare, l’Osservatorio contesta il disimpegno sulla Valutazione del rischio per la salute della popolazione esposta da parte dell’Azienda USL, assente anche oggi, e lamenta limiti sul Piano della comunicazione e ritardi anche nella comunicazione delle informazioni e dei risultati del monitoraggio (i dati sono fermi al 2012!). È lo stesso Piano d’Ambito dell’ATI2, tuttora in vigore, a sollecitare “modalità organizzative che richiedono un sempre maggior coinvolgimento degli utenti”.

L’Osservatorio chiede che l’Arpa si impegni poi per un monitoraggio straordinario delle emissioni diffuse in atmosfera, stante la situazione eccezionale dei conferimenti di questi ultimi anni e le evidenti difficoltà nella gestione quotidiana dell’impianto, come previsto.

Una delegazione è stata invitata a partecipare all’incontro ed ha quindi potuto ribadire i limiti e le lacune del Protocollo sottoscritto il 23 maggio scorso, proprio alla vigilia delle elezioni amministrative, pur ritenendo utile che si facciano finalmente degli approfondimenti conoscitivi sulle matrici ambientali nell’area: l’Osservatorio aveva promosso e consegnato nell’ottobre scorso una petizione in tal senso.

La delegazione ha apprezzato lo spirito di apertura dei dirigenti dell’ARPA e dei rappresentanti istituzionali presenti, il nuovo sindaco di Magione e l’assessore di Corciano, e ritiene che si possa ora andare avanti nel confronto per un miglioramento dell’intesa, avendo sentito in precedenza anche la disponibilità in tal senso del nuovo assessore all’ambiente del Comune di Perugia.

Si spera di poter arrivare a breve ad un “documento di alto profilo” condiviso da tutte le associazioni civiche territoriali, che punti davvero alla tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, in modo complessivo, e che definisca responsabilità ed impegni precisi delle istituzioni e del gestore della discarica.

L’Osservatorio Borgogiglione

Versione PDF del comunicato

2 pensieri su “Discarica di Borgogiglione: per un protocollo di monitoraggio condiviso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *