Archivi categoria: Cosa facciamo

Di che cosa ci occupiamo.

465 FIRME!

L’Osservatorio Borgogiglione chiede all’ARPA un intervento straordinario e d’urgenza per il controllo dei pozzi nell’area circostante la discarica di Borgogiglione (Comune di Magione) ed il coinvolgimento delle popolazioni nel Piano di monitoraggio ambientale.

In pochi giorni la petizione è stata sottoscritta da 465 cittadini, di tutti i comuni confinanti, a dimostrazione di una diffusa preoccupazione che serpeggia tra la gente ma anche di una crescente sensibilità per i rischi per la salute e per l’ambiente connessi con l’ampliamento di questa discarica.

Ricordiamo che per il 2013 è previsto l’arrivo a Borgogiglione di circa 200 mila t. di rifiuti, più del doppio rispetto allo scorso anno. Invece, stentano ancora a decollare le politiche per ridurre la produzione di rifiuti all’origine e per ridurre drasticamente l’uso della discarica ed il via vai dei camion, anche attraverso una raccolta differenziata spinta in tutto l’Ambito territoriale.

GRAZIE A TUTTI I CITTADINI CHE HANNO SOSTENUTO LA PETIZIONE MA ANCHE AI CITTADINI CHE SI SONO IMPEGNATI PER LA RACCOLTA DELLE FIRME. RESTIAMO IN ATTESA DI RISPOSTE CONCRETE DA PARTE DELL’ARPA E DELL’ASSESSORE REGIONALE.

RIFIUTI: “AMBIENTALMENTE ED ECONOMICAMENTE VANTAGGIOSO LO SMALTIMENTO NEI CEMENTIFICI ”

NEVI (FI) “L’UMBRIA A GUIDA MARINI NON FA NULLA MA NOI CHIEDEREMO UNA SEDUTA STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO”

Il capogruppo regionale di Forza Italia, Raffaele Nevi, pone di nuovo la questione dello smaltimento dei rifiuti nei cementifici, alla luce “dell’evoluzione normativa che porterà a breve alla semplificazione delle procedure” e accusa di inerzia la Regione Umbria “a guida Marini” a fronte di una probabile “emergenza rifiuti”. Continua la lettura di RIFIUTI: “AMBIENTALMENTE ED ECONOMICAMENTE VANTAGGIOSO LO SMALTIMENTO NEI CEMENTIFICI ”

Strategia “RIFIUTIZERO”: Utopia o Percorso Concreto?

1293 Comuni (quasi 8 milioni di italiani) l’anno scorso hanno superato il 65% di raccolta differenziata dei rifiuti, 330 quelli dove si arriva a differenziarne quasi il 90% del totale (come Empoli, 48mila abitanti). Ma le grandi città stanno a guardare. (dati Legambiente, giugno 2013).
Che pena pure per la maggior parte dei nostri Comuni e tutti i 4 ATI umbri, che a giugno si sono visti comminare dalla Giunta regionale anche le sanzioni per mancato raggiungimento della soglia minima di legge (65%) nella raccolta differenziata! Continua la lettura di Strategia “RIFIUTIZERO”: Utopia o Percorso Concreto?